Condizioni commerciali generali

Condizioni commerciali generali dell’azienda ElringKlinger AG
Max-Eyth-Str. 2, 72581 Dettingen/Erms
Condizioni generali di vendita e di consegna
(versione ottobre 2013)

 

I. Disposizioni generali

  1. Le presenti condizioni sono parte integrante di tutti i contratti stipulati tra noi e il committente. Esse si applicano altresì ai contratti stipulati successivamente, anche in assenza di esplicito riferimento. Non trovano applicazione le condizioni commerciali generali del committente che rifiutiamo qui espressamente.
  2. Eventuali integrazioni e modifiche dei contratti e delle presenti Condizioni commerciali generali richiedono la forma scritta per essere valide. Lo stesso vale anche per la modifica del requisito della forma scritta.

 

II. Consegna e imballaggio

  1. Fatto salvo quanto diversamente convenuto, la consegna avviene franco fabbrica (EXW INCOTERMS, nella versione di volta in volta valida).
  2. Ci assumiamo la responsabilità dell’imballaggio degli oggetti della consegna, fatto salvo quanto diversamente convenuto. I costi di imballaggio saranno fatturati al committente.
  3. Il termine di consegna decorre dalla stipula del contratto, tuttavia non prima della presentazione da parte del committente di eventuali documenti, permessi, autorizzazioni e della consegna di altri oggetti nonché prima della ricezione di un acconto concordato.
  4. Il termine di consegna si intende prorogato in presenza di un evento di forza maggiore, ovvero di eventi imprevedibili e al di fuori del nostro controllo, come ad es. agitazioni sindacali, in particolare scioperi e serrate, interruzioni dell’operatività, ritardi nella fornitura di materiali essenziali, nonché impedimenti tali da influire sulla consegna della merce. Lo stesso vale anche qualora queste circostanze si verifichino presso i subfornitori. Il termine di consegna si intende prorogato per la durata di tali circostanze e impedimenti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità anche qualora le circostanze summenzionate insorgano durante un ritardo già esistente. Tali impedimenti saranno comunicati tempestivamente al committente.
  5. In caso di ritardo nella consegna a noi imputabile, saremo considerati inadempienti solo dopo la scadenza dell’ulteriore periodo ragionevole fissato dal committente per la consegna. Il committente non potrà avanzare alcuna richiesta di risarcimento danni per ritardi nelle consegne dovuti a semplice negligenza. Qualora il committente intenda recedere dal contratto e far valere il risarcimento del danno al posto della prestazione, trovano applicazione le limitazioni di cui al punto VII. n.1b.

 

III. Volume di consegna

  1. Il volume di consegna è stabilito dal rispettivo contratto.
  2. Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche all’oggetto della consegna, riconducibili a migliorie tecniche ovvero a requisiti di legge, a condizione che ciò non comporti una modifica sostanziale dell’oggetto della consegna e che le modifiche siano ragionevoli per il committente.

 

IV. Condizioni di pagamento e compensazione

  1. Fatto salvo quanto diversamente convenuto, le fatture sono esigibili senza sconti entro 14 giorni dall’emissione.
  2. Il committente può esercitare il diritto alla compensazione solo qualora le sue contropretese siano passate in giudicato o incontestabili. Egli è autorizzato inoltre ad esercitare il diritto di ritenzione unicamente nella misura in cui la sua contropretesa si basi sullo stesso rapporto contrattuale.

 

V. Prezzi

Se tra la stipula del contratto e il termine di consegna pattuito intercorrono più di 8 settimane, ci riserviamo il diritto in caso di aumenti del prezzo dei materiali, dei costi salariali o dei prezzi dell’energia, di adeguare i prezzi in maniera corrispondente.

 

VI. Diritti di proprietà e strumenti

  1. Preventivi, bozzetti, disegni e altri documenti rimangono di nostra proprietà. Questi documenti potranno essere resi accessibili a terzi solo con il nostro preventivo consenso scritto.
  2. In caso di realizzazione di oggetti in base a disegni, modelli, campioni o altra documentazione del committente, quest’ultimo garantirà il rispetto dei diritti di proprietà di terzi.

 

VII. Garanzia/responsabilità

  1. Ci assumiamo la responsabilità per i difetti degli oggetti della consegna come segue:
    a) per un periodo di 12 mesi dalla cessione del rischio il committente avrà in prima istanza diritto all’adempimento successivo (riparazione o consegna sostitutiva) a nostra discrezione. Qualora l’adempimento successivo non vada a buon fine per almeno due volte oppure risulti sproporzionato, il committente potrà recedere dal contratto o pretendere la riduzione del prezzo di acquisto.
    b) La nostra responsabilità, così come quella di rappresentanti legali o personale ausiliario, è limitata ai casi di dolo o grave negligenza. Risponderemo nella misura prevista dalla legge per eventuali violazioni di obblighi contrattuali essenziali. Il diritto al risarcimento danni è tuttavia limitato ai danni tipici del contratto e prevedibili. Queste disposizioni si applicano anche alle richieste di risarcimento danni oltre alla prestazione e alle richieste di risarcimento danni in luogo della prestazione, a prescindere dalle basi giuridiche, in particolare per difetti, mancata ottemperanza degli obblighi derivanti da un rapporto obbligatorio o atto illecito. Lo stesso vale anche per le richieste di risarcimento di spese superflue.
    c) Sono esclusi dalla garanzia in particolare i difetti dovuti a usura naturale e montaggio errato nonché scostamenti irrilevanti dalle caratteristiche concordate.
  2. In caso di consegna su campione, garantiamo esclusivamente le caratteristiche qualitative e dimensionali del campione approvato dal committente.
  3. Si escludono le richieste di risarcimento danni da fatto illecito, purché il danno non sia stato causato da dolo o grave negligenza. Lo stesso vale anche per le azioni poste in essere dai nostri ausiliari e commessi. Risponderemo nella misura prevista dalla legge in caso di lesioni mortali, all’integrità fisica o alla salute nonché responsabilità per danno da prodotti difettosi.

 

VIII. Rivalsa

Il diritto di rivalsa da parte del committente si applica solo nella misura in cui egli non abbia stipulato con il suo cliente accordi che vadano oltre la rivendicazione per vizi di conformità prevista per legge.

 

IX. Riserva di proprietà

  1. Ci riserviamo il diritto di mantenere la proprietà dell’oggetto della consegna fino al pagamento.
  2. Potremo richiedere la restituzione dell’oggetto della consegna e/o il recesso dal contratto per inadempimento contrattuale da parte del committente, in particolare in caso di ritardo nel pagamento.
  3. Al committente è consentito rivendere gli oggetti della consegna nel normale svolgimento della sua attività; tuttavia, cede a noi già da ora tutti i crediti per l’importo del prezzo di acquisto concordato tra noi e il committente (IVA inclusa) che gli derivano dalla rivendita della merce, indipendentemente dal fatto che gli oggetti della consegna siano stati rivenduti senza o dopo ulteriori lavorazioni. L’accordo di cessione del credito si ritiene accettato. Il committente ha il diritto di incassare i crediti anche dopo la cessione. Resta inalterata la nostra autorizzazione a riscuotere noi stessi il credito. In tal caso, tuttavia, potremo pretendere che il committente ci informi dei crediti ceduti e dei loro debitori, fornisca tutte le informazioni necessarie per l’incasso, consegni i relativi documenti e comunichi la cessione ai debitori (terzi).
  4. Se gli oggetti della consegna vengono lavorati o inscindibilmente mescolati con altri oggetti che non ci appartengono, acquisiremo la comproprietà del nuovo oggetto in proporzione al valore degli oggetti della consegna rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione o agli altri oggetti miscelati. Il committente mantiene per noi la comproprietà risultante.
  5. È fatto divieto al committente di costituire in pegno o trasferire gli oggetti della consegna a titolo di garanzia. In caso di pignoramento o sequestro dei beni o qualsiasi altro provvedimento da parte di terzi, nonché in caso di apertura di una procedura di insolvenza o concordato preventivo nei confronti del patrimonio del committente, quest’ultimo deve darne immediata comunicazione, in modo che possiamo far valere i nostri diritti. L’ufficiale giudiziario o le terze parti dovranno essere informate del nostro diritto di proprietà.
  6. Ci impegniamo a svincolare le garanzie del committente nei suoi confronti su richiesta dello stesso, qualora il valore realizzabile di suddette garanzie superi di oltre il 20 % i diritti di credito da garantire.

 

X. Foro competente e diritto applicabile

  1. Foro competente è Stoccarda. Siamo inoltre legittimati a citare in giudizio il committente presso la sua sede legale.
  2. Si applica esclusivamente il diritto della Repubblica Federale Tedesca ad eccezione delle norme del diritto internazionale privato e del diritto di compravendita internazionale.

 

XI. Varie e eventuali

Il committente non potrà cedere a terzi i diritti e gli obblighi derivanti dal contratto stipulato con noi senza la nostra preventiva approvazione scritta.