Dove posso ordinare?

I prodotti Elring sono reperibili presso i rivenditori specializzati. Sulla nostra home page www.elring.de inserendo le informazioni sulla propria posizione si possono trovare i rivenditori specializzati più vicini. 

Posso sostituire un sigillante della concorrenza con un sigillante Elring?

Sulla nostra home page www.elring.de con l’aiuto del catalogo online è possibile cercare un prodotto equivalente.

Posso sostituire un sigillante OE con un sigillante Elring?

Sulla nostra home page www.elring.de con l’aiuto del catalogo online è possibile cercare un prodotto equivalente.

A quali mezzi di processo è resistente Dirko?

Dirko è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, ma anche lubrificanti, refrigerante, raggi UV, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti, acidi e basi deboli. 

A quali oli è resistente Dirko?

Dirko è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici,
ma anche lubrificanti, refrigerante, raggi UV, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti,
acidi e basi deboli. 

Come posso preparare al meglio una superficie per l’utilizzo di Dirko?

Rimuovere dapprima i residui del vecchio sigillante dalla superficie. Residui grossolani possono essere rimossi efficacemente con un raschietto (plastica) o una spazzola (ottone / Bristle Disc). Residui più fini possono essere rimossi con un panno e eventualmente isopropanolo (alcool isopropilico) o con un detergente per freni. 

Come posso smontare i pezzi che sono sigillati con Dirko?

I componenti vengono allentati con la forza di una leva.

Come possono separare Dirko dagli altri componenti e quale detergente è consigliato?

Residui grossolani possono essere rimossi efficacemente con un raschietto (plastica) o una spazzola (ottone / Bristle Disc). Residui più fini possono essere rimossi con un panno e eventualmente isopropanolo (alcool isopropilico) o con un detergente per freni. 

Cosa significa Dirko HT ProfiPress, a cosa serve?

Dirko HT ProfiPress è una cartuccia di gas compresso 200 ml con ugello. Grazie al gas compresso e al meccanismo di apertura regolabile è possibile applicare sulla superficie un cordone di tenuta molto omogeneo. Con Dirko HT ProfiPress il sigillante può essere applicato anche “sopra la testa” ad es. in una fossa d’ispezione. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Dirko contiene quantità critiche di sostanze estremamente preoccupanti, sostanze tossiche, sostanze pericolose per la salute, sostanze pericolose per l’ambiente (SVHC)?

No. Dirko è esente dall’obbligo di registrazione (REACH, SCIP) ai sensi dell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC) dell’agenzia europea ECHA.

Dirko è conforme a REACH?

Sì. Dirko è esente dall’obbligo di registrazione (REACH, SCIP) ai sensi dell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC) dell’agenzia europea ECHA.

Dirko è indurente?

Sì. Nel sigillante Dirko la reticolazione avviene tramite contatto con l’umidità atmosferica. A una temperatura ambiente di 23°C e un’umidità atmosferica relativa del 50%, il tempo di essiccazione è di 2mm in 24h. 

Dirko è resistente ai solventi?

No. Dirko è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, ma anche lubrificanti, refrigerante, raggi UV, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti, acidi e basi deboli. 

Dirko è resistente al carburante?

No. Dirko non è resistente al carburante. Per l’uso a contatto con i carburanti consigliamo i nostri sigillanti Curil T2 o El-Liq 73 e El-Liq 74. 

Dirko può essere trasportato per via aerea?

Tutti i prodotti Dirko, a eccezione di Dirko HT ProfiPress, possono essere trasportati per via aerea. Dirko HT Profi Press non può essere spedito per via aerea perché la bomboletta contiene gas compresso. 

Dopo aver applicato Dirko devo aspettare che si formi una pellicola o posso procedere all’installazione “da umido”?

Sì, i prodotti Dirko possono essere installati “da umido”. Tuttavia se si attende la formazione della pellicola, successivamente i pezzi montati possono essere facilmente smontati. 

Esiste un sigillante resistente fino a 300°C?

Sì. Dirko HT rosso ha una resistenza termica permanente fino a 300°C. Ulteriori informazioni tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

La mia confezione di Dirko è scaduta, posso continuare a utilizzarla?

Un sigillante ancora utilizzabile fuoriesce dal contenitore e dopo ca. 15 minuti forma una pellicola sulla superficie. In caso contrario non è possibile garantire reticolazione e funzionalità sufficienti. In generale non si fornisce alcuna garanzia dopo la data di scadenza.

Perché Dirko è disponibile in diversi colori, qual è la differenza?

A seconda delle richieste dei clienti ovvero della situazione di montaggio prevista dal costruttore sono disponibili colori diversi. Le caratteristiche tecniche sono comunque pressoché identiche. Il range di temperature di Dirko HT rosso/nero/grigio/beige spazia da -60°C a +315°C. Il range di temperature di Dirko trasparente è appena più basso e va da -60°C a +250°C. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Perché l’odore di Dirko rosso è diverso da quello di Dirko nero?

La reticolazione chimica di Dirko HT rosso è a base di aceto. Quindi a contatto con l’aria Dirko HT rosso odora leggermente di aceto. Tutti gli altri prodotti Dirko sono a base di una reticolazione ossimica. Per questo motivo non hanno alcun odore di aceto. Tutte le specifiche tecniche dei prodotti Dirko sono reperibili nella scheda tecnica. 

Posso applicare Dirko su una guarnizione di carta?

In linea di massima sì. Dirko ha un’ottima tenuta sulle superfici di carta. La combinazione di guarnizione di carta e sigillante di silicone deve in ogni caso essere valutata attentamente. 

Posso applicare il sigillante Dirko sulla parte esterna?

L’ermetizzazione dall’esterno è possibile, ma non è consigliata. Dirko aderisce perfettamente su superfici pulite e prive di grassi di metallo, ghisa, materie plastiche quali PA, vetro, carta. Tuttavia Dirko si utilizza al meglio per l’ermetizzazione in una fessura di tenuta. L’applicazione su una fessura di tenuta esercitando al contempo pressione dall’interno può tuttavia causare problemi di tenuta.

Posso continuare a utilizzare la mia confezione di Dirko?

Le informazioni sulla scadenza della confezione integra si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). Un sigillante ancora utilizzabile è ancora liquido quando fuoriesce dal contenitore e dopo ca. 15 minuti forma una pellicola sulla superficie. In caso contrario non è possibile garantire la reticolazione e la funzionalità. 

Posso incollare Dirko ad es. con un’altra guarnizione?

In linea di massima sì. I prodotti Dirko presentano un’ottima aderenza sulle superfici di metallo, ghisa, materie plastiche quali PA (poliammide), vetro e carta. La combinazione di una guarnizione e di un sigillante deve in ogni caso essere valutata attentamente. 

Posso utilizzare Dirko anche nel settore alimentare, ad es. a contatto con l’acqua potabile?

No, non esiste al momento alcuna certificazione per l’uso di Dirko nel settore alimentare. 

Qual è il tempo di attesa da rispettare prima che l’ermetizzazione con Dirko sia efficace ovvero prima della rimessa in funzione?

Dopo la giunzione delle parti sigillate si consiglia di attendere ca. 30 minuti per l’ermetizzazione. In seguito la coppa dell’olio, ad es., può essere nuovamente riempita di olio. Già dopo 5-15 minuti (a seconda dell’umidità dell’aria e del calore dell’aria ambientale) sulla superficie si forma un pellicola. Se si attende la formazione della pellicola, successivamente i pezzi montati possono essere facilmente smontati. 

Qual è la capacità di riempimento delle fessure di Dirko?

Dirko è particolarmente adatto per la sigillatura delle fessure e può sigillare una fessura di tenuta fino a 2,00 mm. Maggiori informazioni sulla resistenza ai mezzi di processo, sulle superfici adatte e sulle possibilità di impiego sono reperibili nella scheda tecnica. 

Qual è la scadenza della mia confezione di Dirko?

Le informazioni sulla scadenza della confezione integra si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). 

Quando si utilizzano i sigillanti a base siliconica?

I sigillanti a base siliconica sono ideali per una maggiore capacità di riempimento delle fessure fino a 2,00mm. I prodotti Dirko aderiscono perfettamente alle superfici di metallo, ghisa, materie plastiche quali PA (poliammide), vetro e carta e induriscono a contatto con l’aria ambientale (umidità dell’aria) per una elasticità permanente. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

Vi sono differenze tra i vari siliconi?

Le caratteristiche tecniche sono pressoché identiche e si differenziano solo per il colore. Il range di temperature di Dirko è appena più basso rispetto ai prodotti Dirko HT. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

A quali mezzi di processo è resistente El-Fil 77?

El-Fil 77 è resistente a oli, grassi, carburante, refrigerante, acqua fredda e calda, acqua salata. 

A quali mezzi di processo è resistente El-Liq 73, El-Liq 74?

El-Liq 73, El-Liq 74 è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, lubrificanti, carburanti, solventi organici e additivi per refrigerante, acqua fredda e calda

A quali mezzi di processo è resistente El-Loc 70, El-Loc 43?

El-Loc 70, El-Loc 43 è resistente a oli minerali, oli sintetici, lubrificanti, carburanti, solventi organici e additivi per refrigerante, acqua fredda e calda. 

A quali oli è resistente El-Fil 77?

El-Fil 77 è resistente a oli, ma anche grassi, carburante, refrigerante, acqua fredda e calda, acqua salata. 

A quali oli è resistente El-Liq 73, El-Liq 74?

El-Liq 73, El-Liq 74 è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, m anche lubrificanti, carburanti, solventi organici e additivi per refrigerante, acqua fredda e calda

A quali oli è resistente El-Loc 70, El-Loc 43?

El-Loc 70, El-Loc 43 è resistente a oli minerali, oli sintetici, lubrificanti, ma anche carburanti, solventi organici e additivi per refrigerante, acqua fredda e calda. 

AFD non indurisce, perché?

AFD indurisce a contatto con i metalli e con esclusione di aria. Se AFD non indurisce manca la superficie metallica oppure è presente dell’aria. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

Come posso preparare al meglio una superficie per l’utilizzo di El-Liq 73, El-Liq 74?

Rimuovere dapprima i residui del vecchio sigillante dalla superficie. Residui grossolani possono essere rimossi efficacemente con aria calda (ca. 250°C) o con una spazzola. Residui più fini possono essere rimossi con un panno e eventualmente isopropanolo (alcool isopropilico) o con un detergente per freni. 

El-Add 48 è resistente al carburante?

Sì, El-Add 48 può essere utilizzato a contatto con i carburanti.

El-Add 48 non indurisce, perché?

El-Add 48 indurisce a contatto con i metalli e con esclusione di aria. Se El-Add 48 non indurisce manca la superficie metallica oppure è presente dell’aria. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

El-Fil 77 è resistente ai solventi?

No. El-Fil 77 è resistente a oli, grassi, carburante, refrigerante, acqua fredda e calda, acqua salata. Ulteriori informazioni tecniche e sulla resistenza del prodotto sono reperibili nella scheda tecnica.

El-Fil 77 non indurisce, perché?

El-Fil 77 indurisce a contatto con i metalli e con esclusione di aria. Se El-Fil 77 non indurisce manca la superficie metallica oppure è presente dell’aria. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

El-Liq 73, El-Liq 74 è indurente?

Sì, El-Liq 73, El-Liq 74 è indurente in assenza di aria e a contatto con i metalli. Altre caratteristiche di El-Liq 73, El-Liq 74 sono reperibili nella scheda tecnica.

El-Liq 73, El-Liq 74 non indurisce, perché?

El-Liq 73, El-Liq 74 indurisce a contatto con i metalli e con esclusione di aria. Se El-Liq 73, El-Liq 74 non indurisce manca la superficie metallica oppure è presente dell’aria. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

El-Loc 70, El-Loc 43 non indurisce, perché?

El-Loc 70, El-Loc 43 indurisce a contatto con i metalli e con esclusione di aria. Se El-Loc 70, El-Loc 43 non indurisce manca la superficie metallica oppure è presente dell’aria. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.

Dove trovo la data di scadenza ovvero come posso sapere qual è la durata residua del mio prodotto?

Le informazioni sulla scadenza si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). 

Perché il materiale di tenuta in eccesso al di fuori del punto di applicazione di un sigillante anaerobico non indurisce?

L’attivazione e l’indurimento di un sigillante anaerobico avvengono con esclusione dell’aria e a contatto con un metallo. Il materiale di tenuta in eccesso di un sigillante anaerobico che rimane al di fuori di un punto di applicazione non viene dunque attivato e rimane liquido. Il materiale di tenuta nel punto di ermetizzazione indurisce in assenza di aria. 

Posso utilizzare i sigillanti anaerobici anche su superfici di plastica?

No. L’attivazione e l’indurimento avvengono con esclusione dell’aria e a contatto con un metallo. Se manca il contatto con il metallo l’indurimento non si attiva. 

Qual è il tempo di attesa da rispettare prima che l’ermetizzazione con El-Liq 73, El-Liq 74 sia efficace?

Dopo il montaggio di El-Liq 73, El-Liq 74 la rimessa in funzione è possibile dopo 3-6 ore. 

Qual è la differenza tra El-Add 48 e El-Liq 73?

EL-Add 48 (verde) è un incollante per giunti fluido (con momento di scollamento elevato), particolarmente adatto per fissare cuscinetti e alberi. Si contraddistingue per un rapido tempo di presa e un’eccezionale resistenza termica.  El-Liq 73 (verde-giallastro) è viscoso e preferibilmente indicato per il collegamento a innesto di componenti metallici, come ad es. coperchi di alloggiamenti e cuscinetti, nonché raccordi flangiati nella costruzione di motori, cambi e gruppi secondari. El-Liq 73 sostituisce tutti i tipi di sigillanti per flange. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Qual è la differenza tra El-Fil 77 e El-Loc 43?

El-Fil 77 (giallo) è un sigillante per tubi filettati (fino a M80) ed è adatto per applicazioni a basse temperature, come ad es. lavori di manutenzione all’esterno di impianti industriali. El-Fil 77 è resistente a oli, grassi, carburante, refrigerante, acqua fredda e calda, acqua salata.  El-Loc 43 (blu) è adatto per tutte le guarnizioni filettate (fino a M36) in metallo e ne impedisce l’allentamento a seguito di vibrazioni, ad es. sul cambio e sul motore. El-Loc 43 è resistente a oli minerali, oli sintetici, lubrificanti, carburanti, solventi organici e additivi per refrigerante, acqua fredda e calda. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Qual è la differenza tra El-Liq 73 e El-Liq 74?

El-Liq 74 (arancione) viene utilizzato con flange metalliche resistenti alla torsione come ad es. alloggiamenti in ghisa o pompe e possiede una maggiore viscosità rispetto a El-Liq 73. El-Liq 73 (verde-giallastro) è preferibilmente indicato per il collegamento a innesto di componenti metallici, come ad es. coperchi di alloggiamenti e cuscinetti, nonché raccordi flangiati nella costruzione di motori, cambi e gruppi secondari. El-Liq 73 sostituisce tutti i tipi di sigillanti per flange. 

Qual è la differenza tra El-Loc 70 e El-Loc 43?

El-Loc 70 (verde-turchese) è adatto per tutte le guarnizioni filettate (fino a M20) in metallo (incl. acciaio altamente legato), sottoposte a forti vibrazioni e urti, ad es. bulloni passanti su motori e pompe. El-Loc 43 (blu) è adatto per tutte le guarnizioni filettate (fino a M36) in metallo e ne impedisce l’allentamento a seguito di vibrazioni, ad es. sul cambio e sul motore. I collegamenti possono essere smontati con un utensile apposito. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Qual è la scadenza della mia confezione di El-Liq 73, El-Liq 74?

Le informazioni sulla scadenza della confezione integra si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). 

Quando si utilizzano i sigillanti anaerobici?

I sigillanti anaerobici si utilizzano sulle superfici metallo/metallo, ad es. flange metalliche, basamenti con componenti mobili interni integrati (alberi a camme/pompe dell’acqua/ingranaggi).  Il punto di montaggio è costituito da due superfici metalliche con esclusione di aria (nessun accesso all’aria atmosferica). In queste condizioni si verificano la reazione anaerobica e l’indurimento del sigillante. Tutte le ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica.     

A quali mezzi di processo è resistente Curil T2?

Curil T2 è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, lubrificanti, refrigeranti, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti, acidi e basi deboli e carburante. Per la resistenza a altri mezzi di processo fare riferimento alla tabella di resistenza chimica di Curil T2. 

A quali oli è resistente Curil T2?

Curil T2 è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, ma anche a lubrificanti, refrigeranti, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti, acidi e basi deboli e carburante. 

Come posso preparare al meglio una superficie per l’utilizzo di Curil T2?

Rimuovere dapprima i residui del vecchio sigillante con un panno e eventualmente isopropanolo (alcool isopropilico) o con un detergente per freni. 

Cosa significa Curil T2 ProfiPress, a cosa serve?

Curil T2 ProfiPress è una cartuccia di gas compresso 200 ml con ugello. Grazie al gas compresso e al meccanismo di apertura regolabile è possibile applicare sulla superficie un cordone di tenuta molto omogeneo. Con Curil T2 ProfiPress il sigillante può essere applicato anche “sopra la testa” ad es. in una fossa d’ispezione. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Curil T2 contiene quantità critiche di sostanze estremamente preoccupanti, sostanze tossiche, sostanze pericolose per la salute, sostanze pericolose per l’ambiente (SVHC)?

No. Curil T2 è esente dall’obbligo di registrazione (REACH, SCIP) ai sensi dell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC) dell’agenzia europea ECHA.

Curil T2 è indurente?

No, Curil T2 non è indurente e rimane duroplastico. Questa caratteristica è ideale per sigillare le superfici ad es. di flange e coperchi, i quali a seguito degli intervalli di manutenzione devono essere spesso aperti, puliti e nuovamente richiusi a tenuta. Altre caratteristiche di Curil T2 sono reperibili nella scheda tecnica. 

Curil T2 è resistente ai solventi?

No. Curil T2 è resistente a oli minerali (anche con additivi), oli sintetici, lubrificanti, refrigeranti, acqua fredda e calda, acqua salata, detergenti, acidi e basi deboli e carburante. 

Curil T2 sostituisce anche Curil K2?

Sì. Curil T2 sostituisce i prodotti precedenti Curil T e Curil K2

La mia confezione di Curil T2 è ancora utilizzabile?

Le informazioni sulla scadenza della confezione integra si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). 

La resistenza al carburante in Curil T2 si riferisce sia al diesel che alla benzina?

Sì, la resistenza al carburante di Curil T2 s riferisce sia alla benzina che al diesel. 

Perché non esiste più Curil K2 o Curil T? Quali sono le differenze del prodotto successivo Curil T2?

Curil T2 è privo di solventi e quindi non è una sostanza né una merce pericolosa. Inoltre Curil T2 presenta una maggiore capacità di riempimento delle fessure, rimane duroplastico senza deformarsi e non necessita di tempi di essiccazione. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Posso utilizzare Curil T2 anche nel settore alimentare, ad es. a contatto con l’acqua potabile?

No. Sebbene Curil T2 non contenga sostanze dannose per la salute, al momento non esiste alcuna certificazione per l’uso nel settore alimentare. 

Qual è il tempo di attesa da rispettare prima che l’ermetizzazione con Curil T2 sia efficace?

Con Curil T2 non vi sono tempi di attesa perché l’ermetizzazione sia efficace. Dopo l’applicazione sulla superficie di tenuta e il montaggio nell’applicazione Curil T2 sigilla immediatamente. 

Qual è la scadenza della mia confezione di Curil T2?

Le informazioni sulla scadenza della confezione integra si trovano nella scheda tecnica. Sulla confezione del prodotto è riportata la data di scadenza sotto forma di codice numerico AASSLLLL (A = anno, S = settimana di calendario, L = numero di lotto). 

Quale sigillante posso utilizzare per il serbatoio della benzina?

Per sigillare il sistema di alimentazione del carburante consigliamo l’utilizzo di una guarnizione solida. Sebbene Curil T2, El-Liq 73 e El-Liq 74 siano resistenti al carburante, in base alla nostra esperienza si ottengono risultati di ermetizzazione migliori con una guarnizione solida piuttosto che con un sigillante. 

Quali sono le differenze tra il nuovo Curil T2 e il vecchio Curil K2 o Curil T?

Curil T2 è privo di solventi e quindi non è una sostanza né una merce pericolosa. Inoltre Curil T2 presenta una maggiore capacità di riempimento delle fessure, rimane duroplastico senza deformarsi e non necessita di tempi di essiccazione. Ulteriori specifiche tecniche sono reperibili nella scheda tecnica. 

Quando si utilizza Curil T2?

Curil T2 è un sigillante universale, con un’eccezionale adesione su tutte le superfici di tenuta e una resistenza termica e chimica a ampio spettro. Curil T2 agisce immediatamente senza tempi di essiccazione, rimane duroplastico senza indurimento e può rimosso facilmente dopo lo smontaggio. Curil T2 è dunque ideale per sigillare le superfici di tenuta e negli accoppiamenti dinamici come ad es. l’ermetizzazione di flange e coperchi, i quali a seguito degli intervalli di manutenzione devono essere spesso aperti, puliti e nuovamente richiusi a tenuta. Altre caratteristiche di Curil T2 sono reperibili nella scheda tecnica.